La voce della politica ... in sintesi

Spazio aperto alla comunicazione politica. Si tratta di un blog disposto a pubblicare comunicati stampa dei partiti politici e video attinenti al mondo della politica a 360°, nel rispetto del pluralismo di opinione e con l'obiettivo di fornire chiarezza e trasparenza. Video e comunicati offensivi o irrispettosi verso un dibattito democratico non verrano pubblicati. Grazie a tutti (Stefano Donno)

mercoledì 5 ottobre 2016

RAI: IL M5S ADERISCE ALLA CAMPAGNA #FACCIAMOCISENTIRE DEI NON UDENTI CONTRO IL CANONE

Guardare le immagini in TV senza sentire le voci. Avere accesso ai servizi di sottotitoli solo in alcune emittenti ma solo per poche ore al giorno, in ritardo con il parlato e con testi per nulla fedeli all’originale. Questo è ciò che succede oggi a una persona non udente. Eppure queste persone si ritrovano il canone RAI addebitato nella bolletta elettrica, esattamente come gli altri. Servizio radiofonico compreso. Sono sempre più costanti e numerose, peraltro, le segnalazioni di utenti sordi offesi dal modo in cui è reso il servizio di sottotitolazione dei programmi: sottotitoli in ritardo, imprecisi, formulati con frasi troppo abbreviate oppure con parole troppo elementari e non corrispondenti al parlato. Un comportamento non soltanto irrispettoso, ma anche in aperta violazione dell’attuale contratto di servizio che impone alla Rai la qualità del servizio di sottotitolatura. Persino il nuovo contratto di servizio per certi versi radicalmente innovativo, formulato nel 2014 dopo un intenso lavoro in Commissione di Vigilanza, a due anni di distanza non è stato firmato né dalla Rai né dal Ministero dello Sviluppo economico. Con la conseguenza che tutti i nuovi obblighi sulla sottotitolazione, la lingua dei segni e le audiodescrizioni nei programmi Rai sono rimasti lettera morta. Abbiamo chiesto al Governo che ai non udenti, per la loro impossibilità a usufruire in forma completa del servizio radiotelevisivo pubblico, non venga più fatto pagare il canone RAI in bolletta elettrica e che vengano sollecitate le televisioni pubbliche e private a fornire un servizio di sottotitoli continuo e preciso dichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate (M5S)Grazie a Sara Giada Gerini, che ha dato il via all’iniziativa #facciamocisentire e ci ha portato a conoscenza del problema, con i colleghi Davide Tripiedi e Mirella Liuzzi abbiamo depositato un’interrogazione nel tentativo di risolvere questo sgradevole ma soprattutto discriminante problema. Una medesima interrogazione è stata presentata da Roberto Fico, inoltre, in Commissione di Vigilanza. La Rai deve rispettare fino in fondo le persone con disabilità sensoriali”.

Nessun commento:

Posta un commento